pesce spada

Tra il crudo e il cotto

Come una passerella sul mare..il calore nei piedi e poi il fresco dell’acqua..

 

  • Gamberi scottati al forno con panatura ai pistacchi e sesamo
  • Cubetti di tonno rosso e pesce spada scottati con panatura di pistacchi e sesamo
  • Tartare di tonno rosso cotto con il lime con sale al mirto
  • Finger food di pesce spada crudo con mela renetta e uva sultanina
  • Gamberi crudi marinati in olio limone e zenzero

 

Gli ingredienti  primari di questo piatto, inutile dirlo, sono le materie prime freschissime, trattate con cura e con poche aggiunte perchè il mare deve essere il  protagonista assoluto.

 

INGREDIENTI:

8 GAMBERI ROSSI DI MAZZARA

1 FETTA DI TONNO ROSSO

1 FETTA DI PESCESPADA

1 MELA RENETTA

1 CUCCHIAIO DI UVETTA SULTANINA

2 / 3 LIME

3 CUCCHIAI DI ZENZERO TRITATO FRESCO

150 GR. DI PISTACCHI TRITATI

60 GR DI SEMI DI SESAMO

DUE PIZZICHI SALE AL MIRTO

OLIO EVO Q.B.

sale q.b.

 

 

 

 

piatto2

 

 

IMG_20160904_133628
piatto3

 

 

 

 

piatto1

 

e il profumo di agrumi…

Voglia di testare nuove ricette con un tocco personale: ecco il mio trancio di pesce spada agli agrumi su letto di rucola e erbette con anelli di calamari fritti al profumo di coriandolo.

Dosi x 2p:

Pescespada

2 fette di pescespada freschissimo

2 arance

1 limone

un mazzetto di rucola

un mazzetto di coriandolo fresco

un mazzetto di valeriana

olio evo 2 cucchiai

sale e pepe q.b.

In un recipiente abbastanza largo adagiate le fette di pesce spada. Grattugiate la scorza di un’ arancia e del limone e mettetela da parte,  spremete quindi  il succo degli agrumi in una terrina  facendolo passare attraverso un colino per eliminare gli eventuali semi. Poi aggiungete un cucchiaio di olio evo, metà del coriandolo  tritato molto finemente e un pizzico di sale;  amalgamare bene con una piccola frusta o con la forchetta per creare un emulsione. A questo punto versare tutto il composto sulle fette di pesce spada e lasciarle a marinare per circa una mezzora, dopodiché potete metterle a cuocere in una griglia rovente per circa 10 minuti circa ( 5 min per parte) a seconda dello spessore della fetta,  avendo l’accortezza di non  farle asciugare troppo ed evitando che la carne diventi troppo stopposa.  Mettere nel frattempo il succo della marinatura sul fuoco in un piccolo padellino, aggiungere un cucchiaio di acqua e  appena sembra stia per bollire spegnerlo immediatamente (1 minuto circa) e aggiungerci le scorze grattugiate e un filo d’olio. Mescolare bene il tutto.

Appena il pesce spada è cotto al punto giusto possiamo cominciare a impiattare:  spezzettando con le mani la rucola , la valeriana e il rimanente coriandolo create una sorta di giaciglio dove adagerete la fetta di pesce spada che verrà irrorato con due abbondati cucchiai di emulsione agli agrumi.

Tempo di preparazione: 20 minuti circa.

Anelli di calamari al coriandolo:

Dosi x 2p:

400 gr. di anelli di calamari freschi

300 gr. di farina

2 cucchiaini di semi di coriandolo macinati.

olio per friggere

sale q.b.

Far scaldare l’olio in una padella capiente. Dopo aver sciacquato e asciugato per bene i vostri anelli di calamari, in un recipente mettere la farina,  i semi di coriandolo macinati e un pizzico di sale. Mescolare per bene e buttarci dentro, poco alla volta i calamari, infarinandoli e buttandoli nell’olio bollente dopo aver tolto, facendoli saltare in un colino a maglie grosse, la farina in eccesso. Farli cuocere a fuoco vivace ma non troppo alto fino a quando non avranno assunto un bel colore dorato.  Farli asciugare per bene sulla carta assorbente e salare.

Impiattare  sovrapponendoli a mo’ di piramide.

Tempo di preparazione: 30 min circa

Archivi

bloggaline
Save the Children Italia Onlus
agosto: 2017
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Partecipo a:

about food

Mi trovate su:

about food
bannerebeer.jpg
12chiavi
alimentipedia
about food

Collaboro con:

silikomart