merenda

Frollini al malto d’orzo e zucchero di canna.

Qualche settimana fa la mia amica mi ha portata in un bel supermercato bio, e tra le tante curiosità ho finalmente trovato il malto d’orzo.

Era un bel po di tempo che avevo in mente di provare a fare i biscotti al malto, e questo primo tentativo è stato positivo ma non perfetto.

Per prima cosa (non so perché) ero convinta che il malto avesse un sapore molto più dolce e delicato, invece ha un sapore pungente,  dolce ma con punte quasi amare… e ha bisogno di essere ben bilanciato e controbilanciato. Io ho usato nella mia ricetta anche lo zucchero di canna, ma il miele secondo me riesce meglio in questa impresa.

La ricetta è venuta fuori curiosando su internet, sfogliando i libri di cucina che avevo in casa e rispolverando la ricetta dei frollini di nonna.

Quindi:  la farina (300gr) , lo zucchero di canna (100gr), il burro (100 gr) , il malto (50 gr), un tuorlo.

Ho lasciato riposare la pasta un’oretta in frigo e poi l’ho stesa e ritagliato i biscotti.

Buoni. Ottimi con il te. Ma secondo me avevano bisogno di una spinta in più…il malto si sentiva ma avevano bisogno di un qualcosa che rendesse il gusto più “morbido”, per questo ho deciso di provarli con il miele  al posto dello zucchero di canna e questa volta è andata meglio!

foto 1

foto 3

 

 

 

 

 

Un pomeriggio con i Brownies

I pomeriggi del week end sono i momenti in cui mi ispira di più fare un dolce, e anche questa settimana non mi sono smentita. Così sabato, mentre il cioccolato Lindt faceva capolino dalla credenza, ho deciso di fare i brownies.

Ottimi per una merenda o da accompagnare al tè.

La ricetta generale l’ho presa da un vecchio libro di cucina della Curcio, ma le dosi le  ho un pochino adattate. Il risultato devo dire che è stato  molto buono.

 

Ingredienti:

180 gr. di burro

120 gr. di farina

100 gr. di zucchero

20 gr. di zucchero muscovado

60 gr. di cacao amaro

200 gr. di cioccolato ( io avevo del cioccolato Lindt al 45%-ma potete usare quello che avete a casa. Probabilmente utilizzando dell’extra fondente al 75% o più credo debba diminuire la dose del cacao amaro aumentando nella stessa misura quella di farina)

una bustina di lievito

mezza tazza di nocciole tostate e macinate grossolanamente (mezza tazza è la dose che avevo io. circa un  50/70 gr.)

un pizzico di sale

due uova

 

A bagnomaria ho fatto sciogliere il cioccolato con il burro

foto-1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre  raffreddava ho montato le uova con lo zucchero , dopodiché l’ho aggiunto al composto.

Pian piano ho poi incorporato la farina setacciata, il lievito, il pizzico di sale e per ultime le nocciole.

Ho messo un foglio di carta forno in una teglia rettangolare, ho colato il composto e ho infornato a 180°C per 25 minuti. Poi ho abbassato a 160°C e  continuato la cottura per altri 15 minuti.

foto-5

 

 

Anche se il composto vi sembra ancora un pochino morbido non preoccupatevi perché poi si solidificherà raffreddandosi.

Quando sarà tutto ormai a temperatura ambiente prendete un bel coltello e tagliate a quadretti. Adagiate su un piatto e spolverizzate con lo zucchero a velo.

 

foto-3-(2)

 

 

foto-4-(3)

 

Buona merenda!

 

 

 

Pancakes con latte di soia.

Adoro i pancakes con lo sciroppo d’acero (quello originale ovviamente- non quei miscugli fatti con lo zucchero invertito!!)

Li faccio spesso per la colazione ma anche come dolce coccola serale sono davvero il massimo.

La ricetta per prepararli è semplicissima e se c’è qualcuno intollerante al lattosio può essere utilizzato il latte di soia: saranno un pochino meno soffici e più compatti però altrettanto gustosi.

 

 

Ingredienti x circa 20 pancakes:

250 gr. di farina

35 gr. di zucchero

2,5 dl. di latte

2 uova

2 cucchiaini di lievito in polvere

1 pizzico di sale

 

Mettere gli ingredienti in una terrina e amalgamarli bene per qualche minuto (usate frullatore a media velocità)

Ungete con poco burro una piccola padella antiaderente o una piastra e versatevi un mestolo di pastella. Fate cuocere fino a quando la parte superiore si comincia ad asciugare e vedete formarsi delle bolle. Girare quindi il pancake per far dorare per bene l’altro lato.

Io li impilo uno sull’altro e li cospargo di sciroppo d’acero o del succo di mirtilli. Potete accompagnarli anche una pallina di gelato, creme o marmellate. E se proprio volete potete fare anche la versione salata: basta eliminare lo zucchero dall’impasto e aggiungere un pizzico di sale in più.

 

 

 

Archivi

bloggaline
Save the Children Italia Onlus
giugno: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Partecipo a:

about food

Mi trovate su:

about food
bannerebeer.jpg
12chiavi
alimentipedia
about food

Collaboro con:

silikomart